Alla cima del Pico San Vicente: vieni?

Si trova nella Sierra di Hornijo, in Cantabria, e dalla sua cima si può godere di alcuni paesaggi incredibili. Stiamo parlando del Pico San Vicente, ripido, impegnativo e unico. Vogliamo fare un percorso?

Il picco St Vincent è popolarmente conosciuto come il Cantabrico “cervino”. a causa della sua silhouette, che ricorda la forma piramidale unica del monte Cervino, la quinta cima più alta delle Alpi, situata tra la Svizzera e l’Italia.

Foto Turismo Cantabria

Pico San Vicente visto dalla caverna di Covalanas. Foto: Turismo de Cantabria

Il ripido pendio orientale del picco di San Vicente, nella Sierra de Hornijo in Cantabria, è un cono roccioso di rilievo carsico che sorge dalle rive del fiume Gándara, vicino a Ramales de la Victoriae il pendio sale di 800 metri fino a terminare in un bella cima piramidale di lapiaces affilate e aspre. Quindi fate attenzione a dove camminate perché potreste imbattervi in crepe nascoste nell’erba, e assicuratevi di indossare buone scarpe da trekking.

Durante la salita e fino alla cima, si può godere di alcuni viste spettacolari delle colline di allevamento di bestiame della Valle di Soba e le montagne del Parco Naturale Collados de Asón.

Valle di Soba

Paesaggio dal punto di vista di La Gándara, a Soba. Foto: Turismo della Cantabria

La montagna ha due vie di salita regolari e una traversata completa delle cime e dei colli che compongono questo massiccio calcareo.

Percorsi di salita al Pico San Vicente

  • Un itinerario segnato da pietre miliari e cartelli dipinti parte dal quartiere da Ramales de la Victoria conosciuto come il Salto dell’orsoun punto sul fiume Gándara dove, secondo la tradizione, un orso saltò sul letto del fiume durante una piena. Il percorso corre attraverso i boschi della valle fino alle quattro case di Manzaneda e completa il caricare dal terrazze ripide della parete sud.
  • Nel ponte dove si incontrano i fiumi Asón e Gándara. foglie su strada della cresta nord (F+), prima sul GR-74passando attraverso La Forgia y Torcamanizase poi direttamente dal muro di lapiaz y gradini erbosi della vertiginosa parete nord della montagna.

Alla cima del Pico San Vicente: vieni?Il fiume Asón, a Ramales de la Victoria.

Attraversando

Sulla cima di San Vicente inizia il attraversamento integrale della sierra (AD+), passando per El Piquete (917 m), Hoyufresnu (1.056 m) e Tobazona (1.039 m).

Il terreno della corda è un terreno molto complicato di lapiaz e rilievi carsici con grandi crepe e fessure nascoste tra le viti erbose. Il distanza no it molto lungo ma il progressione it lento, pericoloso e richiede alcuni guida tecnica.

Picco di San Vicente

Parliamo ora dell’identità e della natura del paesaggio per sapere cosa troveremo in questo percorso verso la cima del Pico San Vicente.

Paesaggio di Pico San Vicente

Modellazione glaciale

Le montagne e le catene montuose del Valle di Soba e il Collane di animali da compagnia sono terreni calcarei del Cretaceo, circa 65 milioni di anni fa, modellati durante l’orogenesi alpina e le glaciazioni del Quaternario.

Così si è sviluppato un paesaggio carsico di rilievi accentuati con abbondanti formazioni di lapice, poljes, doline e morfologie glaciali con i depositi morenici più bassi della penisola iberica a 350 metri di altezza.

Il Catena montuosa di Hornijo è un chiaro esempio dei resti residui dell’erosione glaciale che formano massicci montuosi aspri sotto forma di gradini sulle pianure della catena montuosa.

Picco di San Vicente

Parco naturale di Collados de Asón

È un paesaggio d’acqua e di roccia avvolto nel verde abbagliante dei pascoli e dei rilievi calcarei di Montagna Alto Asóncon abbondanti campioni di modellazione glaciale dell’era quaternaria nelle montagne orientali della Cantabria.

Un luogo da non perdere, soprattutto in primavera, è la cascata che forma la sorgente del fiume Asón, una delle meraviglie naturali della bella valle di Soba.

Cascata di Asón

Il centro d’interpretazione dell’area protetta si trova nel quartiere Lavín di La Gándara de Soba.

Arte paleolitica

Il comune di Ramales de la Victoria e la valle di Soba è un. area archeologica di prima qualitàcon diversi siti y grotte dichiarato Bene di interesse culturale.

La grotta di Covalanas è Patrimonio Mondiale dell’Umanità per le manifestazioni di arte rupestre scoperto all’interno. I dipinti raffigurano una ventina di cervi, un cavallo e altri animali disegnati in rosso con la tecnica del tamponado.

Grotta Covalanas

Foto: Turismo de Cantabria

Come arrivare a Pico San Vicente

Da Santander sulla A-8 e la N-629 fino alla città di Ramales de la Victoria.

Voglia di altri picchi?

  • Cinque cime con un’atmosfera alpina sulla penisola.
  • Salita alle cime di Mampodre
  • Trail Molières: un percorso scandaloso attraverso la Valle di Aran
  • Anello dei massicci Picos 3: percorso circolare attraverso i Picos de Europa (I)
  • Anello delle cime 3 massicci: un percorso circolare attraverso i Picos de Europa (II)

About the author