Come allacciare gli scarponi da trekking

1
Deposit bonus 100% up to €200
2
Deposit bonus Up to €3,000 Free
3
Deposit bonus Fino a €3.000 Pacchetto di benvenuto
4
Deposit bonus Gratta e vinci 7 euro gratis
5
Deposit bonus Bonus del 100% fino a 250€

In questo post vi diremo come allacciare i vostri scarponi da trekking per mantenere le vostre calzature ben fissate e prevenire i problemi: assicurarsi che i vostri piedi, le calze e le calzature formino un insieme ben coordinato è necessario se volete camminare in modo più sicuro e sano.

Se i piedi non sono ben sostenuti, qualsiasi passo su una pendenza laterale li farà scivolare all’interno della scarpa e potremmo subire una distorsione o una caduta. Se il terreno è in salita, è il tallone che soffre di sfregamento.

Nei tratti in discesa, se le scarpe non le sostengono adeguatamente, le dita dei piedi finiranno per scontrarsi con l’interno del puntale e le unghie subiranno dolorose conseguenze.

È quindi essenziale allacciare correttamente le scarpe. stivali da trekkingMa c’è una scienza in tutto: come si allacciano gli scarponi da trekking nel modo giusto? Ve lo diciamo noi.

Come allacciare gli scarponi da trekking: il metodo tradizionale.

Vi offriremo un metodo semplice e ben ragionato.

Con le calze giuste per le scarpe che useremo, iniziare allentando i lacci e inserendo il piede nella calza..

Poi stringeremo leggermente le estremità di queste corde per facilitare il processo successivo.

Il prossimo punto è appoggiare il tallone dello stivale a terra. Solo il tallone, facendo scivolare il piede all’indietro e facendo scattare il tallone in posizione.

Come allacciare gli scarponi da trekking

Senza sollevarla da terra e tenendo il tallone premuto all’indietro, cominceremo a stringere i lacci. Inizieremo con la parte anteriore.

Mentre lo facciamo, blocchiamo il pizzo ogni due occhielli per evitare che si sbrogli. E risaliremo lungo il collo del piede in questo modo.

Come allacciare gli scarponi da trekking

La tensione deve essere tale da tenere il piede in posizione. Ma senza un’eccessiva compressione in nessun punto.

In questo modo, raggiungeremo la parte superiore dello stivale o la fine degli occhielli, se si tratta di una scarpa bassa. Assicurandoci che i lacci non scivolino, li leghiamo con i nodi che siamo abituati ad usare.

Come allacciare gli scarponi da trekking

Questo stesso processo di sbandamento, tensionamento e bloccaggio può essere fatto con sistemi di fissaggio che non hanno bisogno di essere legati.

In quelli tradizionali, il cordone in eccesso non deve avere un’ansa troppo larga.. Se lo fossero, potrebbero impigliarsi con i ganci dell’allacciatura dell’altro piede e farci cadere.

Con questa tecnica di allacciatura, ci assicuriamo che il piccolo spazio che dovrebbe esserci tra il piede e lo scarpone sia tra la punta dello scarpone e le dita dei piedi.

È importante ricordare che, durante l’uso, le calze si comprimono. E d’altra parte, i lacci cederanno. Si consiglia quindi di stringerle regolarmente, in modo che i piedi non si muovano troppo nella scarpa.

Un ottimo momento per farlo è all’inizio di pendii ripidi o all’inizio di lunghe discese.

Questo è il modo “normale” di legare un paio di stivali da trekkingma sappiamo che non tutti i piedi sono uguali.

Per questo è necessario sapere che ci sono molte altre alternative.

Lega i tuoi scarponi da trekking se hai il collo del piede alto.

Alcune persone hanno il “collo del piede” alto o prominente, incline ad essere compresso dai lacci quando si passa da un lato all’altro, che spesso porta a irritazioni, formicolii o piedi freddi.

In questi casi, possiamo modificare il metodo precedente. Lo faremo inserendo un nodo piatto nel mezzo della legatura.. Nella zona che ci conviene.

Come allacciare gli scarponi da trekking

Il nodo piatto è molto facile da fare e permette di unire due corde dello stesso spessore.

Ma in questo caso lo useremo con un’altra intenzione: permettere che la tensione di legatura sotto di esso sia diversa da quella che applicheremo sopra.

Come allacciare gli scarponi da trekking

Grazie a questo trucco, possiamo stringere molto poco i lacci nella parte inferiore dello stivale. Poi, inserire il nodo piatto appena prima degli occhielli o dei ganci sul gambo dello stivale. E infine, legare strettamente la parte superiore.

La differenza di tensione nelle due zone non viene trasmessa da una all’altra grazie al nodo..

In questo modo, il collo del piede non sarà compresso e la tomaia si adatterà perfettamente, impedendo movimenti indesiderati del piede all’interno dello scarpone da trekking.

D’altra parte, ci sono calzature tecniche che ci permettono di fare l’allacciatura differenziata per zone senza usare questo nodo. Questo è possibile grazie al fatto che alcuni dei loro ganci o carrucole offrono sistemi di bloccaggio. Questo può essere visto in alcuni modelli di Bestard, Lowa o Salewaper citare tre esempi.

Come allacciare gli scarponi da trekking

Allacciate le scarpe da trekking se avete un’infiammazione.

Questa non è la fine dei modi di allacciatura che possono aiutarci a indossare le nostre calzature in modo sicuro ma senza danneggiare le zone sensibili dei piedi.

Immaginiamo di soffrire di un’infiammazione localizzata in un punto specifico del collo del piede. Che sia dovuto all’attrito, alla compressione o a qualche lesione o deformazione che possiamo aver avuto in precedenza.

Attraversare la corda da un lato all’altroa seconda di come è progettata la scarpa, o dove si trovano gli occhielli, può comprimere troppo o troppo poco. Così possiamo vederlo nel disegno schematico della sezione di un piede e della sua scarpa.

Come si può vedere, Scegliere una scarpa i cui punti di allacciatura siano vicini, sulla parte superiore del piede, farà sì che i lacci facciano meno pressione sul collo del piede.in quanto sono quasi tangenziali alla tua tomaia.

Quando il problema è molto localizzato in un punto del collo del piede, possiamo ricorrere ad un altro trucco.

Possiamo saltare una o anche due delle croci, come mostrato nella figura qui sotto, evitando così di mettere pressione sulla zona delicata senza perdere tutto l’appoggio del piede.

Come allacciare gli scarponi da trekking

Quando il cavo dell’allacciatura passa interamente attraverso i tessuti che formano la tomaia dello stivale, o “tomaia”, è normale che una delle croci sia più bassa o più profonda dell’altra, a seconda che l’allacciatura passi attraverso l’occhiello dall’alto verso il basso o al contrario.

Ovviamente, l’incrocio che avviene sotto mette molta più pressione sul collo del piede, poiché l’allacciatura cercherebbe di tracciare una secante al perimetro del piede, come si può vedere nella fotografia sopra delle scarpe da ginnastica blu.

Ma se, quando è il momento di passare sotto gli occhielli, portiamo invece il laccio all’occhiello successivo sullo stesso lato e lo tiriamo verso l’alto, ridurremo notevolmente il rischio di comprimere le strutture delicate del collo del piede.

Come potete vedere, qualcosa di apparentemente semplice come allacciare le vostre scarpe da trekking nasconde aspetti tecnici che possono aiutarvi ad evitare sfregamenti e compressioni. e ottenere il controllo necessario della calzatura senza sacrificare il comfort.

Da Kepa Lizarragaspecialista in medicina dello sport e Mikel Lizarraga, Analista fisico-chimico. Entrambi i collaboratori di Forum Sport

Parlando di scarpe da trekking, qui avete informazioni su alcuni dei modelli che abbiamo recensito ultimamente:

  • STILE ORDESA BOREALE: LO STIVALE DA TREKKING STELLA
  • LA SPORTIVA ULTRA RAPTOR II LEATHER GTX: STABILITÀ, PROTEZIONE E VERSATILITÀ PER LE TUE ESCURSIONI INVERNALI
  • CHIRUCA NAVARRA E CHIRUCA NAGORE: CLASSICO, VERSATILE E ALL TERRAIN

About the author