Fact-checking della membrana Omni-Heat Infinity di Columbia: fa così caldo come dicono?

Per i fact-checkers e gli scettici del marketing, tiriamo fuori i nostri giocattoli scientifici e mettiamo alla prova la membrana Omni-Heat di Columbia: è vero che migliora la ritenzione del calore, di quanto, e continua a leggere per scoprirlo!

Siamo abituati al fatto che molti dei capi tecnici che usiamo per le attività all’aperto hanno delle membrane tra i loro vari strati.

Normalmente sono incaricati di adempiere a funzioni come l’antivento, migliorare l’impermeabilità o facilitare la traspirazione. Ma l’azienda Columbia presenta un’altra linea di sviluppo. Con la sua serie di tessuti e membrane Omni-Heate senza dimenticare la traspirabilità, mostra un’attenzione speciale al gestione del calore.

Membrana Omni-Heat

In alcuni casi è il calore dal soleAlcuni dei suoi indumenti hanno inserti scuri all’esterno dell’indumento, che si riscaldano quando ricevono la sua luce e trasmettono questa energia all’interno, come fa il Punto nero Omni-Heat.

In altri modelli, ha utilizzato la capacità di alcuni materiali di riflettere la radiazione termica (infrarossi in generale) emessa dal nostro corpo verso l’ambiente quando è freddo, in modo tale da impedirne la fuoriuscita.

Membrana Omni-HeatCon la telecamera termica possiamo vedere come la radiazione emessa dalle mani si riflette nella giacca.

Questo sarebbe lo stesso effetto che si usa nelle coperte metallizzate d’emergenza. È stato precedentemente sviluppato per i viaggi spaziali della NASA.

Membrana Omni-Heat Infinity e sistema termoriflettente Omni-Heat

Questo è quello che abbiamo trovato nella giacca che abbiamo testato: il Anello del labirintoequipaggiato con la membrana Omni-Heat Infinity. La membrana Omni-Heat forma un sorprendente motivo a chiazze color oro all’interno del capo, in contrasto con l’esterno sobrio.

Il marchio aveva già un precedente, con il Omni-Heat Thermal Reflective. Ora, I cambiamenti nel design hanno permesso di aumentare la quantità di radiazioni infrarosse restituite al corpo.. Così, aumentare del 40%. rispetto a quello raggiunto dalla membrana precedente.

Membrana Omni-Heat

La preoccupazione ci ha chiesto di fare di più che ammettere questo importante effetto sulla conservazione della temperatura.

Per fare il test che la mente ci ha chiesto e secondo un metodo scientifico, ci sarebbe stato richiesto di avere due indumenti identici nei materiali e nella costruzione. Ma ad uno di essi manca il rivestimento in oro.

Fact-checking della membrana Omni-Heat Infinity di Columbia: fa così caldo come dicono?

L’analisi delle rispettive curve di perdita termica avrebbe chiarito i nostri dubbi sull’effetto della membrana attrattiva, ma ciò che non può… è impossibile.

Così abbiamo dovuto accontentarci di un’altra alternativa “consolatoria”, da un punto di vista scientifico.

Due test con sonde termiche

Abbiamo costruito e dotato di sensori il nostro “manichino” ed effettuato due test con esso:

  • Uno con il torso del manichino completamente esposto.
  • Un altro, vestito con la giacca Anello del labirinto dalla Columbia.

Membrana Omni-Heat

Il tuo carico di calore è consistito in ogni occasione in una massa di 20 chilogrammi di acqua a 37ºC che abbiamo introdotto in un torso maschile di medie dimensioni.

Delle varie sonde termiche installate, abbiamo selezionato i valori di temperatura di quella situata al centro dell’interno, all’altezza dell’estremità inferiore dello sterno, praticamente al centro del torace, e di un’altra esposta all’ambiente esterno, ma isolata da vento e pioggia.

Sigillati tutti i fori del “manichino”, per evitare perdite di calore incontrollate, abbiamo misurato le temperature ogni minuto per un periodo di 3 ore (180 letture).

Successivamente, abbiamo sottratto la temperatura esterna dalla temperatura internaper lavorare sempre con il ΔT o differenza termica tra i due ambienti.

Risultati dei test

Con il manichino nudola temperatura interna è diminuita rispetto alla temperatura ambiente, formando il seguente grafico:

Fact-checking della membrana Omni-Heat Infinity di Columbia: fa così caldo come dicono?

Nel corso delle tre ore di test, l’interno ha perso 17 gradi Celsius.

Il risultato ottenuto nel test effettuato dopo aver vestito il busto con la giacca dotata della membrana di riflessione della radiazione infrarossa era come mostrato qui sotto:

Fact-checking della membrana Omni-Heat Infinity di Columbia: fa così caldo come dicono?

L’efficacia del riparo fornito dall’indumento al nostro “manichino” è evidente, poiché. nello stesso numero di ore, la sua temperatura è scesa solo di 5,9°C, contro i 17°C del test nudo.

La capacità isolante della giacca Labyrinth Loop è evidente.ma siamo ansiosi di scoprire quanto di questo rendimento sia dovuto all’innovativa membrana “Omni-Heat Infinity” di Columbia.

Fact-checking della membrana Omni-Heat Infinity di Columbia: fa così caldo come dicono?

D’altra parte, ci piacerebbe potervi fornire dei dati su come gli inserti in oro potrebbero influenzare la traspirabilità di questo strato, ma non siamo riusciti a trovarne nella letteratura tecnica consultata.

In ogni caso, si nota che il design di questa giacca si rivolge più a un pubblico che ama indossare abiti casual senza rinunciare all’ultima tecnologia tessile, che ai praticanti di sport faticosi in ambiente naturale.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Fact-checking della membrana Omni-Heat Infinity di Columbia: fa così caldo come dicono?

Da Kepa Lizarragaspecialista in medicina dello sport e Mikel LizarragaAnalista fisico-chimico. Entrambi i collaboratori di Forum Sport

Altri post che potrebbero interessarti:

  • COLUMBIA OMNI HEAT INFINITY: MEDAGLIA D’ORO PER IL CALORE
  • TOP MOUNTAIN JACKETS AUTUNNO 2021: PRONTI PER L’AVVENTURA!
  • GIACCA DA MONTAGNA: PIUMINO O FIBRA?

About the author