La fine (e un nuovo inizio)

Nomade Matt che cammina verso un castello nella valle della Loira, Francia
Pubblicato12/02/2022 | 12 febbraio 2022

Questo posto è stato in lavorazione per sei anni. Lo scrivevo, lo cancellavo, lo scrivevo di nuovo, per poi cancellarlo di nuovo.

Non c’è mai stato un buon momento per pubblicare. Come spesso accade, la vita si è messa in mezzo, le destinazioni sono andate a scatti, gli affari si sono dati da fare, e alla fine è arrivato COVID a far saltare il mio piano.

Gli anni passarono in un batter d’occhio e non ero più vicino a realizzare il mio obiettivo.

E questo obiettivo? Smettere di bloggare.

Ora, non fraintendetemi. Amo quello che faccio. Amo viaggiare. Amo questo sito web. Amo la comunità che abbiamo qui e il fatto che stiamo sviluppando The Nomadic Network. Amo gli studenti che aiutiamo con FLYTE. E, per quanto frustrante possa essere a volte, amo organizzare TravelCon.

Amo lavorare nell’industria dei viaggi e ho intenzione di continuare a farlo… solo in modi diversi.

Gestisco questo sito dal 2008 e ho scritto più di 1.400 articoli. Sono circa tre milioni di parole.

Aggiungete 300 guide di destinazione e due libri (uno con tre edizioni) e questo è un sacco di scrittura di viaggio.

In tutti questi scritti, ho spiegato abbastanza chiaramente come mi sento riguardo al viaggio e cosa può fare per voi. Francamente, non ho molto altro da dire sull’argomento. Mi sembra di aver smesso di aggiungere nuove idee alla natura dei viaggi anni fa e spesso mi limito a rimaneggiare argomenti di cui ho già scritto.

E, come ho scritto in un post sul blog qualche anno fa, i fondamenti del viaggio non cambiano molto nel tempo. Certo, le app, i siti web e i servizi vanno e vengono, ma il Perché e il Come di base (il viaggio così come la vita dei locali) rimangono gli stessi.

Quattordici anni dopo aver iniziato a bloggare dal mio salotto, sono cambiato anch’io. Amo i ristoranti di lusso tanto quanto i food truck e lo street food. Spesso preferisco stare in un bell’hotel con un letto comodo piuttosto che in un ostello (non dormo più bene come una volta ed è più produttivo per il lavoro).

Naturalmente, porto ancora uno zaino, e a volte voglio incontrare altri viaggiatori e quindi mi fermo in un ostello. Ma non lo faccio più come una volta. E, di conseguenza, non ho più l’orecchio per questi consigli di viaggio economici e nuove app come una volta.

L’anno scorso ho trovato l’equilibrio nella mia vita, e quest’anno sarà una continuazione di questo. Il mese scorso sono stato approvato per un mutuo, e dopo questo attuale viaggio in Messico, sto tornando ad Austin per comprare una casa. Una casa in cui mi piacerebbe rimanere per più di qualche giorno alla volta.

All’inizio di quest’anno, quando io e la squadra abbiamo avuto il nostro incontro annuale per fissare gli obiettivi, ho dato loro più controllo sul sito web. Essi gestiranno le operazioni quotidiane e Chris, il nostro tuttofare, è ora il nostro direttore dei contenuti.

Voglio sistemarmi di più, iniziare un giardino, unirmi ai club sociali di Austin, avere più regolarità nella mia vita, e semplicemente muovermi meno. Voglio viaggiare più intenzionalmente, senza tenere sempre d’occhio “come posso scrivere questo sul blog”. Non voglio più fotografare i menu o andare in giro per negozi di alimentari a cercare i prezzi.

E voglio scrivere più libri e anche questo richiede più concentrazione e routine. È difficile scrivere un libro quando si è sempre in movimento.

Alla luce di tutto questo, sto facendo un passo indietro dal blogging. In futuro, questo sito diventerà più una risorsa e meno un blog personale. Questo non vuol dire che non scriverò mai più sul blog. Avrò ancora storie da raccontare. Saranno solo molto meno frequenti e più sporadici. (Esempio: siamo a metà febbraio e questa è la prima cosa che ho scritto in tutto l’anno).

Inoltre, ora che la pandemia ha smesso di distruggere le nostre finanze, porteremo di nuovo scrittori ospiti, così ci saranno voci diverse che potranno parlare di più di vari aspetti della strada che io non posso più.

Sono sicuro che man mano che questo blog cambia, alcuni di voi andranno avanti. Dopo quattordici anni, probabilmente anche tu sei cambiato – e lo capisco. Voglio dire, ci sono pochissimi blog che ho iniziato a leggere nel 2008 che leggo ancora oggi.

Ma, mentre penso al prossimo atto della mia carriera professionale, “scrivere post sul blog” non è davvero qualcosa che voglio fare così tanto. Mi concentrerò su altri aspetti dei viaggi – più libri, grandi eventi, visite di gruppo e incontri comunitari – cose che riuniscono le persone nella vita reale e mi fanno uscire da dietro lo schermo.

Quindi, anche se non ci connettiamo tanto qui, ci connetteremo in altri modi. Il fatto di incontrare persone che leggono il sito dall’inizio mi stupisce e mi umilia senza fine. Non riesco ancora a credere di essere riuscita a costruire una carriera intorno al blog sulla vita in viaggio e a condividere i miei consigli e le mie storie. Vi apprezzo tutti infinitamente.

Ma è tempo di passare ad altri progetti. Dopo tanti anni, il momento è finalmente arrivato.

PS – Potete sempre trovarmi su Instagram, Twitter e Facebook e nella nostra newsletter settimanale, che non andrà da nessuna parte.

Prenota il tuo viaggio: consigli e trucchi logistici

Prenota il tuo volo

Trova un volo economico utilizzando Skyscanner o Momondo. Questi sono i miei due motori di ricerca preferiti perché cercano siti web e compagnie aeree in tutto il mondo, quindi sai sempre che non c’è niente da fare.

Prenota il tuo alloggio

Puoi prenotare il tuo ostello con Hostelworld. Se vuoi alloggiare in un posto che non sia un ostello, usa Booking.com perché offre sempre le tariffe più economiche per le pensioni e gli hotel economici.

Non dimenticare l’assicurazione di viaggio

L’assicurazione di viaggio vi proteggerà contro malattie, infortuni, furti e cancellazioni. È una protezione completa in caso di problemi. Non vado mai in viaggio senza, perché ho dovuto usarlo diverse volte in passato. Le mie aziende preferite che offrono il miglior servizio e valore sono:

  • SafetyWing (migliore per tutti)
  • Assicurare il mio viaggio (per gli over 70)
  • Medjet (per una copertura aggiuntiva di evacuazione)

Pronto a prenotare il tuo viaggio?

Controlla la mia pagina di risorse per le migliori compagnie da usare quando viaggi. Elenco tutti quelli che uso quando viaggio. Sono i migliori della classe e non si può sbagliare usandoli quando si viaggia.

The post La fine (e un nuovo inizio) appeared first on Nomadic Matt’s Travel Site.

About the author