La Fondazione Sandals preserva l’artigianato, la cultura e la vita dei Caraibi

Le tradizioni artigianali dei Caraibi vengono rafforzate dalla Sandals Foundation, che promuove la formazione di artigiani locali nella regione.

Nell’ambito dell’iniziativa 40for40 per la promozione e lo sviluppo delle economie locali, il braccio filantropico di Sandals Resorts International sta espandendo i suoi programmi di formazione su misura per lo sviluppo dell’artigianato alle isole di Curaçao, Santa Lucia, Bahamas e Turks & Caicos, sulla base del grande successo riscosso dall’isola pilota, la Giamaica.

Quest’anno, circa 20 artigiani e artigiane delle comunità delle Isole Canarie, Laborie, Choiseul e Soufriere si sono riuniti a Santa Lucia e hanno acquisito competenze in materia di design e produzione nell’uso di materiali locali per creare un prodotto più autentico e redditizio per i loro mercati.

Secondo Finola Jennings-Clarke, partecipante ed ex direttrice dello sviluppo commerciale e del marketing della Cultural Development Foundation (CDF), il workshop crea un ponte necessario per sostenere la conservazione della cultura unica dell’isola.

La Fondazione Sandals preserva l'artigianato, la cultura e la vita dei Caraibi

“L’artigianato di Choiseul ha molte caratteristiche uniche nell’isola di Santa Lucia, ma l’elemento chiave che spesso manca è il legame tra gli artigiani e uno spazio in cui vendere i loro prodotti. Attraverso questo workshop, la Fondazione Sandals cerca di aiutare i nostri artigiani a colmare questo divario con l’obiettivo di avere un mercato subito dopo la formazione, garantendo che non si perda l’artigianato a Choiseul.

Notando le sfide affrontate dagli artigiani nei Caraibi, Jennings-Clarke ha sottolineato la necessità di un approccio personalizzato per preservare l’arte e le opportunità di sostentamento esistenti.

“I Caraibi devono affrontare sfide particolari per quanto riguarda l’artigianato. Spesso si sente dire che [crafters] cercando di competere con i prodotti fabbricati da [countries] che hanno una capacità tecnica di produzione di milioni di persone o un costo della vita molto basso rispetto al nostro. La realtà è che non possiamo farlo. Come piccole isole alla fine della catena di approvvigionamento, con un costo della vita più alto e costi di approvvigionamento più elevati, dobbiamo trovare un posto dove possiamo vivere bene e vendere un buon prodotto.

“Laboratori come questo alimentano mercati che comprendono la nostra situazione caraibica, apprezzano il nostro patrimonio caraibico e sono disposti a pagarne il prezzo”.

Attualmente a Santa Lucia l’offerta di prodotti di paglia di produzione locale è limitata. Per sostenere la crescita dell’industria, la formazione ha permesso agli artigiani di utilizzare cannucce di pandanus e vetiver di provenienza locale per sostituire il rattan tradizionalmente importato e costoso da mantenere.

Facilitati dall’artigiana di origine giamaicana Christina McIntosh, i workshop hanno fornito idee per apportare tocchi moderni per aumentare il valore di vendita al dettaglio.

“Crescendo vedendo i nostri nonni o i nostri genitori lavorare nell’artigianato, i giovani lo associano a una vita più difficile, perché bisogna fare tanto per ottenere poco. All’epoca l’artigianato non era così apprezzato, quindi si vendeva il prodotto per poco o nulla”, ha detto McIntosh.

Il trentenne ha affermato che il clima attuale offre un’opportunità rivitalizzata e redditizia che molti possono sfruttare.

“Per la prima volta nella mia generazione, posso vendere i miei prodotti per quello che valgono, il che significa che gli artigiani che mi aiutano a portare i miei prodotti dove vengono venduti possono essere pagati di più. Se siete interessati, l’artigianato può dare vita a una vita molto bella.

Peter Phillip, coordinatore del turismo per l’associazione Choiseul Arts and Crafts Heritage Tourism Association, si è detto entusiasta delle conoscenze acquisite e ha dichiarato: “Se avessi avuto questa formazione da bambino sarei stato molto meglio. Ho imparato molto. Ho migliorato le mie competenze in vari modelli, condividendo alcune discipline per garantire la coerenza del prodotto. Con le mie competenze migliorate, posso guadagnarmi da vivere meglio. Posso anche insegnare alle persone e incoraggiare i più giovani ad avere arti e mestieri come parte del loro sostentamento”.

Per anni, i clienti di Sandals e Beaches Resorts in tutte le isole in cui opera hanno avuto accesso ad articoli prodotti localmente nei suoi negozi al dettaglio.

Nel 2018, la Sandals Foundation, con il sostegno della Banca per lo Sviluppo della Giamaica, del Governo della Giamaica, della Banca Mondiale e in collaborazione con i team dei negozi al dettaglio dei suoi resort, ha sperimentato un programma artigianale che ha portato lo sviluppo del prodotto, il confezionamento, il marketing e altre competenze chiave nel paesaggio, con conseguente aumento della produzione e delle vendite. Il programma ha visto anche il ricavato delle vendite reinvestito in gruppi della comunità locale.

“Dall’inizio del programma nel 2018, le vendite annuali dei prodotti degli artigiani formati nell’ambito del programma Sandals Foundation sono aumentate del 23% e nel 2021 l’acquisto di artigianato locale è stato uno degli articoli più venduti nei negozi del resort”, ha dichiarato Karen Zacca, direttore operativo di Sandals Foundation.

Questi aumenti delle vendite”, ha proseguito Zacca, “hanno un impatto reale sulle comunità, perché significano che un maggior numero di collaboratori della catena del valore sarà in grado di impiegare più persone per guadagnarsi da vivere, le tradizioni artistiche locali che rappresentano uno stile di vita unico saranno portate avanti e la vitalità di questa professione potrà essere trasmessa da una generazione all’altra”.

L’espansione del programma di formazione artigianale fa parte delle celebrazioni per il 40° anniversario di Sandals Resorts, durante le quali sono stati individuati 40 progetti sostenibili che evidenziano al meglio l’incredibile legame tra il turismo e il suo potere di trasformare le comunità e migliorare la vita locale.

Il programma darà a un maggior numero di viaggiatori l’opportunità di portare a casa un pezzo della regione. Gli ospiti dei Sandals e dei Beaches Resorts potranno incontrare questi artigiani nei negozi effimeri dei resort e assistere alla magia che si svolge.

About the author