La magia delle membrane Shelltec di Ternua

Come sono arrivate le membrane nei tessuti artificiali? Come si sono evolute? Come funziona il tessuto Shelltec che Ternua incorpora nelle sue collezioni? Facciamo un viaggio all’interno dei capi di montagna di Ternua e vi raccontiamo tutto.

La sensazione di comfort dipende dalla fisiologia di ogni persona. Questo significa che non ci sentiamo tutti a nostro agio alla stessa temperatura e con la stessa percentuale di umidità:

  • Su a riposo e nudi, ci sentiamo bene quando la temperatura ambiente è circa 28°Cin assenza di vento.
  • Con un abbigliamento leggerola temperatura di comfort è tra 21 e 25ºC.
  • Ma se facciamo attività fisicaquell’intervallo può essere più vicino al 16-18ºCa seconda dell’intensità dello sforzo.

Shelltec

Per quanto riguarda il umidità ambientale, tra il 40 e il 60%.è la gamma in cui possiamo sentirci più a nostro agio.

Quando l’ambiente che ci circonda non offre quelle condizioni termiche o di umidità, dobbiamo ricorrere a vari indumenti per stare comodi. Dopo le pellicce e i tessuti di origine naturale, abbiamo iniziato a usare varie sostanze chimiche per produrre vestiti. Questo ci permette ora di essere presenti praticamente a tutte le latitudini del pianeta.

Un passo avanti fu l’aggiunta di membrane ai tessuti artificiali.. Le membrane hanno dimostrato di migliorare la loro protezione contro il vento, l’acqua e l’umidità.

Shelltec

La storia delle membrane

È una storia iniziata quasi 45 anni fa, con il politetrafluoroetilene espanso.

I minuscoli pori della sua struttura permettevano al sudore prodotto di passare sotto forma di vapore. Hanno anche impedito il passaggio di gocce d’acqua dall’esterno. In questo modo sono riusciti a conciliare l’apparente contraddizione tra impermeabilità e traspirazione.

Un dettaglio fondamentale nelle attività aerobiche intense e prolungate.

La magia delle membrane Shelltec di Ternua

Data la fragilità delle membrane, è stato comune unirle con altri tessuti per formare parte di indumenti.. In questo modo erano protetti dallo sfregamento, dallo strappo o dallo sporco, esterno o corporale, che avrebbe rovinato le loro prestazioni.

Da quegli anni, la tecnologia delle membrane ha fatto molta strada. Ora gli indumenti sono sempre più specifici per le diverse attività che possiamo svolgere esposti alle intemperie.

Un esempio è quello offerto da Ternua nelle loro collezioni.

Shelltec

Analisi del tessuto Shelltec

Dopo aver contattato l’azienda, non hanno avuto problemi a fornirci dei campioni di alcuni dei loro tessuti. Siamo stati in grado di esaminarli, anche al microscopio, grazie alla collaborazione del Dipartimento di Biologia Cellulare e Istologia dell’Università dei Paesi Baschi – Euskal Herriko Unibertsitatea.

Shelltec

Abbiamo iniziato analizzando il tessuto Shelltec: antivento, impermeabile e traspirante. Consiste in un incollaggio intimo della membrana ad un tessuto portante, sebbene esistano anche versioni a 2,5 strati e a 3 strati.

Shelltec

La cosa importante di queste combinazioni è che hanno un buon equilibrio tra impermeabilità e traspirabilità, per quanto riguarda il primo aspetto. possono sopportare una colonna d’acqua di 10.000 millimetri di altezza, e nel secondo, permettere il passaggio di 10.000 grammi di vapore acqueo per metro quadrato di tessuto e in 24 ore. (10/10).

Questo è il caso del modello Nakur di Ternua, che potete trovare in diversi colori nel nostro negozio online: questo è un giacca tecnica a tre strati perfetto per le attività all’aperto quando il maltempo richiede un’alta protezione esterna.

Shelltec

La magia delle membrane Shelltec di Ternua

Shelltec Breath, combinazione di tessuti e membrana

Ci sono momenti in cui il fattore principale è l’intensità dell’esercizio, come nel caso del gare di montagnaLa scarpa è progettata per essere indossata con un attrito costante e la necessità di eliminare una quantità significativa di sudore.

Per queste situazioni, Ternua offre il Shelltec Breath: una combinazione di tessuti e membrana che formano 3 strati che forniscono 10.000 mm di colonna d’acqua di impermeabilità e ben 30.000 grammi di vapore acqueo per metro quadrato di tessuto per 24 ore..

La magia delle membrane Shelltec di Ternua

Siamo stati colpiti dal l’elasticità e la leggerezza dello strato interno.formando una tenue rete che protegge la stessa membrana in politetrafluoroetilene espanso, alla quale è intimamente legata, dallo sfregamento contro altri indumenti intimi.

Shelltec

All’esterno, che forma la faccia visibile dell’indumento, troviamo. il terzo strato di tessutoche riceve un Trattamento DWR o “Durable Water Repellency”.raggiunto senza ricorrere a dannosi PFC.

Shelltec

Tessuto Shelltec Active Flex

Un altro tipo diverso di attività è la pratica di sport che, senza essere così intenso come il trail running, hanno una minore produzione di sudore ma ci tengono a lungo esposti al vento o alla pioggia e ci obbligano a muoverci moltocome nel alpinismo.

Shelltec

L’opzione in questi casi l’hanno basata su indumenti fatti dal. Tessuto Shelltec Active Flex.

La magia delle membrane Shelltec di Ternua

Questo è un 2,5 strati le cui credenziali mostrano un impermeabilità di 20.000 mm di colonna d’acqua e un traspirabilità di 20.000 gr di vapore acqueo/m2/oraa cui si aggiunge un certo grado di elasticità per facilitare gli ampi movimenti che alcune situazioni richiedono.

Un esempio di un capo di montagna con questo tessuto è il modello KARSKARS : Si tratta di una giacca tecnica molto leggera a 2,5 strati, impermeabile, traspirante, resistente e molto comprimibile. Adatto a tutti i tipi di attività in montagna.

Shelltec

La magia delle membrane Shelltec di Ternua

L’indagine non finisce mai

Le membrane di oggi non forniscono più solo la traspirazione per via fisica, come era il caso dei pori microscopici del Teflon espanso.

Ora usano anche meccanismi chimici per estrarre il sudore dalla pelle verso l’esterno della pelleutilizzando molecole idrofile che, sfruttando la polarità del vapore acqueo nel sudore, la differenza di temperatura tra la pelle e l’esterno, così come la concentrazione di umidità, facilitano questo transito e ci forniscono un comfort prima impensabile.

È chiaro che quella membrana iniziale di circa 45 anni fa si è evoluta, e molto!

La magia delle membrane Shelltec di Ternua

Grazie a Ternua e all’UPV-EHU per la loro eccellente collaborazione!

Da Kepa Lizarragaspecialista in medicina dello sport e Mikel Lizarraga, Analista fisico-chimico. Entrambi i collaboratori di Forum Sport

Più capi con tessuti che applicano le ultime tecnologie:

  • GIACCA TERNUA MIQUELON, L’ORIGINE CHE CI PROIETTA NEL FUTURO
  • CAMICIE TERMICHE ODLO: CALORE E SOSTENIBILITÀ
  • COLUMBIA OMNI HEAT INFINITY: MEDAGLIA D’ORO NEL CALORE

About the author