Quanti gradi riscalda l’aria che respiriamo una Buff: esperimento scientifico

Tutti sappiamo che indossare una Buff quando siamo esposti a basse temperature riscalda e umidifica l’aria che respiriamo ma… fino a che punto? Quanti gradi ci riscalda? Abbiamo fatto un piccolo esperimento scientifico per misurare la sua efficacia…

I dati “freddi

Ricordate quanto freddo sentiamo quando una parte del nostro corpo, come il viso o le mani, è esposta a temperature fredde? E questo nonostante il fatto che, anche se fossimo completamente nudi, la superficie esposta sarebbe meno di 2 m2.

Ma quando respiriamo aria fredda, siamo esposti a più di 80 metri quadrati, quindi le perdite termiche potrebbero essere estreme.

Questo non è il caso perché l’aria ispirata viaggia attraverso i condotti in cui è in contatto con le membrane mucose, che hanno il compito di riscaldarla e fornire umidità per renderla meno aggressiva.

Buff

Dobbiamo pensare che, quando ci esercitiamo a una certa intensità, possiamo respirare più di 100 o 150 litri di aria ogni minuto, che, se arriva direttamente dall’atmosfera gelida che ci circonda, è molto aggressiva per il corpo..

In queste condizioni possono verificarsi faringite, tracheite, bronchite o polmonite.

Come ci aiuta indossare un Buff?

Ecco perché, avere un indumento che aiuta a filtrare, riscaldare e umidificare l’aria che respiriamo durante l’allenamento può essere di grande aiuto..

Buff

A parte l’esercizio, abbiamo usato elementi come questo per molto tempo. Un esempio sono le sciarpe.

Ma quando si tratta di esercizio fisico, usiamo spesso un “buff”, “braga” o “passamontagna”.

Cosa possiamo aspettarci quando usiamo un Buff?

  • Per ridurre la perdita di calore dalla testa, dal viso e dal collo.. Questi rappresentano il 9% della superficie corporea, anche se a causa di certe caratteristiche fisiologiche possono perdere più calore di altre zone.
  • Con un buff otterremo filtro, calore enon appena lo usiamo per un po’. umidificare l’aria che respiriamo.

Quanti gradi riscalda l'aria che respiriamo una Buff: esperimento scientifico

Potremmo fare affidamento su questa valutazione, ma ci piace testare le cose con la sperimentazione pratica.

Pile reversibile Buff

Per questo, abbiamo scelto un capo Buff.

Questo è il modello Polar Reversible, progettato per temperature fredde e livelli medi di attività.

A tal fine, invece di utilizzare un singolo strato di tessuto tubolare, vengono utilizzati due strati, uniti alle due estremità, che forniscono un maggiore isolamento termico y migliora la gestione dell’aria in ambienti molto freddi..

Questa presentazione richiede JavaScript.

Quanti gradi riscalda l'aria che respiriamo una Buff: esperimento scientifico

Ma questo doppio strato crea anche delle limitazioni, come la capacità di respirare tanti litri d’aria al minuto quanti ne richiede uno sforzo intenso.

Ecco perché questo indumento è raccomandato per attività di medio livello.

Il buff, piacevole al tatto e privo di sostanze nocive, ha una buona elasticità in tutti i sensi, rendendolo piacevole da indossare.

Buff

Con la possibilità di utilizzo reversibile, un lato ha una discreta decorazione a righe e i loghi del produttore, mentre l’altro, esclusivamente in nero, è vellutato e molto morbido al tatto.

I materiali utilizzati sono il 97% di poliestere e il restante 3% di elastan.

Va notato che il poliestere utilizzato proviene dal riciclaggio di bottiglie di poliestere.nel numero di 5, secondo le informazioni fornite.

Quanti gradi riscalda l'aria che respiriamo una Buff: esperimento scientifico

La prova

Come in qualche altro test di isolamento termico, in questo caso abbiamo usato un termometro con memoria e installato due sonde termiche.

Il primo, attaccato alla guancia della persona “volontaria”, all’interno del “cuscino”, e il secondo, esposto all’ambiente.

Quanti gradi riscalda l'aria che respiriamo una Buff: esperimento scientifico

In questo modo si evita l’influenza diretta dell’aria espirata sulla sonda protetta dall’indumento, e si misura invece quella dell’aria intrappolata tra il viso e il “buff”, che sarà poi inalata.

Su una pista di atletica all’aperto, per controllare meglio le condizioni del test, abbiamo registrato costantemente i dati di entrambe le sonde durante una corsa continua che doveva durare circa 30 minuti..

Il ritmo medio iniziale era di 5 minuti al chilometro, in linea con l’indicazione di uno sforzo medio.

Quanti gradi riscalda l'aria che respiriamo una Buff: esperimento scientifico

Il risultato: di quanti gradi una Buff scalda l’aria che respiriamo?

In queste condizioni, la temperatura media esterna era di 12,5°C, mentre la temperatura dell’aria inalata attraverso il tampone era di 29,4°C.

Pertanto, l’indumento utilizzato ha temperato l’aria respirata di quasi 17ºC..

Questa è una cifra significativa e certamente attenua i rischi che il freddo porta al sistema respiratorio.

Quanti gradi riscalda l'aria che respiriamo una Buff: esperimento scientifico

Tuttavia, riveleremo che il test non è durato così a lungo come previsto.

In una seconda fase abbiamo provato ad aumentare il ritmo della corsa continua e poi abbiamo visto perché la firma Buff indica che è adatta solo per sforzi medi: la necessità di respirare più litri d’aria si è scontrata con la resistenza che il tampone offre al passaggio dell’aria.

In queste condizioni, l’indumento è pesante.

Buff

Conclusioni

In conclusione, possiamo affermare che l’uso di questo buff riduce le perdite termiche nelle zone che copre e protegge la nostra salute respiratoria durante l’allenamento o le attività di intensità moderata nelle giornate fredde..

Se stai scegliendo un indumento di questo tipo per un allenamento più intenso, vorrai che sia a trama meno fitta, il che si tradurrà in una minore protezione dall’aria aggressiva dell’inverno.

Da Kepa Lizarragaspecialista in medicina dello sport e Mikel Lizarraga, Analista fisico-chimico

Altri articoli che potresti trovare utili:

  • VENTO IN MONTAGNA: 6 CONSIGLI PER PROTEGGERSI QUANDO IL VENTO SOFFIA FORTE
  • FACT-CHECKING DELLA MEMBRANA OMNI-HEAT INFINITY DELLA COLUMBIA: È CALDA COME DICONO?
  • MAGLIE TERMICHE ODLO: CALORE E SOSTENIBILITÀ

About the author