TREKKING DEL CAMPO BASE DEL MAKALU: GUIDA DEFINITIVA

Il Makalu Base Camp Trek è una spedizione fuori dai sentieri battuti nell’Himalaya del Nepal. È più lungo, più aspro e più impegnativo fisicamente dei percorsi di trekking più consolidati in Nepal. Il trekking al Makalu Basecamp richiede alla maggior parte dei trekker almeno 8 giorni per raggiungere un’altitudine massima di 5.050 metri. I trekker devono poi ritornare sui loro passi nel viaggio di 5-6 giorni nello stesso modo in cui sono entrati.

TREKKING DEL CAMPO BASE DEL MAKALU: GUIDA DEFINITIVA

Al campo base, ci si siede effettivamente ai piedi del Makalu e si ha una vista libera della montagna, a differenza del campo base dell’Everest dove la montagna è un po’ nascosta. Ogni mattina si può guardare l’alba sulla cima della quinta montagna più alta del mondo. Una breve passeggiata sulle pendici del campo base rivela incredibili viste dell’Everest e del Lhotse. Il Makalu Base Camp Trek è perfetto per gli avventurieri che cercano di evitare i percorsi di trekking affollati del Nepal e vogliono un’autentica esperienza di trekking tra i giganti dell’Himalaya.

GUIDA AL TREKKING DEL CAMPO BASE DEL MAKALU

In questa guida troverete tutte le informazioni preziose di cui avete bisogno per pianificare il vostro trekking, nonché la mia esperienza personale di tutta la spedizione. Ho fatto questo trekking con Seven Summit Treks come preparazione per la nostra salita al Makalu.

DETTAGLI DEL TREKKING DEL CAMPO BASE DI MAKALU

  • Distanza100 km andata e ritorno
  • Giorni richiesti16 giorni andata e ritorno
  • Inclinazione totale5000 metri +.
  • Il punto più alto del trekkingIl punto più alto del trekking è il campo base del Makalu a 5.050 m, ma una breve escursione a 5.300 m sopra il campo base permette di vedere il Lhotse e l’Everest.
  • DifficoltàIl Makalu Base Camp Trek è leggermente più difficile del Campo Base dell’Everest o del Circuito dell’Annapurna a causa della ripidità, della lontananza e della natura accidentata dei sentieri. Raggiungerete un’altitudine di 5000m, che sarà una sfida per molti. Il mal di montagna può essere comune. Il percorso ha molte ondulazioni con diversi giorni di cammino puramente su scale. Questi giorni di arrampicata sono faticosi e richiedono anche un rapido adattamento del corpo.
  • PermessiAvrete bisogno di un permesso per l’area di conservazione del Parco Nazionale Makalu Barun (30 dollari a persona) e una tessera TIMS (Trekkers’ Information Management Systems) (20 dollari a persona)
  • Guida: Una guida non è necessaria per questo trekking. Tuttavia, la guida gestisce tutta la logistica, le distanze, le direzioni e le case da tè per il tuo gruppo. Puoi usare maps.me per navigare da casa del tè a casa del tè e i percorsi sono relativamente facili da seguire. Se questo è il tuo primo trekking in Nepal, ti consiglierei di avere una guida.
  • Alloggio: Le guest house, conosciute anche come case da tè, sono disponibili lungo il percorso dove si dorme in un letto confortevole e si ha accesso a docce calde (a pagamento) e a strutture per la ristorazione. Le strutture erano molto meno lussuose rispetto al trekking del Campo Base dell’Everest, ma comunque confortevoli.

LISTA DI IMBALLAGGIO PER IL TREKKING DEL CAMPO BASE DI MAKALU

Ho fatto una valigia abbastanza leggera e sono riuscito a lavare la maggior parte dei miei vestiti ogni pomeriggio/notte per la prima metà del viaggio. Nelle ultime fasi del viaggio faceva abbastanza freddo, quindi non abbiamo sudato molto e abbiamo indossato la nostra attrezzatura calda quasi senza sosta nelle sale da tè. Non c’era un vero bisogno di abiti multipli.

Questa è solo una guida e ha funzionato molto bene per me, senza lamentele per la mia configurazione. Non avrete bisogno di un sacco a pelo perché ci sono coperte in ogni casa degli ospiti e quando faceva freddo ho semplicemente indossato il mio piumino per dormire. Questo significava che non dovevo portare un sacco a pelo per tutto il viaggio.

  • 1 paio di pantaloni che possono essere convertiti in pantaloncini
  • 1 paio di pantaloncini
  • 1 paio di pantaloni da trekking caldi o più spessi
  • 1 camicia a maniche lunghe ad asciugatura rapida
  • 1 camicia termica a maniche lunghe
  • 2 magliette a maniche corte
  • 1 Biancheria intima lunga termica
  • 4 paia di biancheria intima ad asciugatura rapida
  • 1 piumino leggero
  • 1 Giacca pesante da vertice
  • 1 berretto
  • 1 tappo
  • Occhiali da sole
  • 1 collana
  • Guanti
  • Stivali da trekking
  • Lampada frontale
  • 1 paio di calzini caldi Summit
  • 2-3 paia di calzini normali
  • Protezione solare
  • Bastoncini da trekking
  • Filtro dell’acqua
  • Powerbank

Tutto questo dovrebbe entrare in uno zaino di non più di 50L e pesare meno di 14kg.

DISPONIBILITÀ DI WIFI/ELETTRICITÀ SUL TREK DEL CAMPO BASE DEL MAKALU

  • Wifi: A differenza di molti trekking in Nepal, non c’è quasi nessun WiFi su questo percorso. La carta SIM NTC ha funzionato per il primo giorno e mezzo di trekking, ma una volta raggiunto Tasigaun, la connessione è sparita.
  • Elettricità: Questa è stata la minore potenza che ho sperimentato finora in un trekking in Nepal. Una volta che abbiamo lasciato Tasigaun, la maggior parte dei posti funzionavano con l’energia solare e non avevano posti per caricare gli oggetti per gli ospiti. Questo era possibile ma non qualcosa da pagare come in altri negozi di tè in Nepal.

PERCORSO DEL CAMPO BASE DI MAKALU

Giorno 1 Vola a Tumlingtar e guida fino a Num
Giorno 2 Escursione a Seduwa 1.500 m, 6-7 ore
Giorno 3 Escursioni a Tashigaon 2.100 m, 4-5 ore
Giorno 4 Escursione a Khongma Danda 3.500 m, 6-7 ore
Giorno 5 Giorno di acclimatazione a Khongma Danda
Giorno 6 Trek a Dobate via Shipton La (4.229 m) 3.650 m, 6-7 ore
Giorno 7 Escursione a Yangle Kharka 3.557 m, 6-7 ore
Giorno 8 Trek a Langmale Kharka 4 410 m, 5-6 ore
Giorno 9 Escursione al campo base del Makalu 5.000 m, 4-5 ore
Giorno 10 Escursione al punto panoramico dell’Everest 5.300 m, 3 ore
Giorno 11 Escursione a Yangle Kharka 3.600 m, 6-7 ore
Giorno 12 Escursioni a Dobate 3 650 m, 6-7 ore
Giorno 13 Escursione a Khongma Danda 3.500 m, 5-6 ore
Giorno 14 Escursioni a Tashigaon 2.100 m, 4-5 ore
Giorno 15 Escursione a Seduwa 1.500 m, 4-5 ore
Giorno 16 Escursione a Num 5-6 ore
Giorno 17 Guidare a Tumlingtar, volare a Kathmandu 51 km/31 miglia

ASSICURAZIONE PER IL TREKKING DEL CAMPO BASE DEL MAKALU

Il Nepal può essere un luogo pericoloso per fare trekking o escursioni, poiché l’alta quota può portare a molte malattie, debolezza dei trekker ed errori di giudizio. Sui sentieri c’è anche il rischio di cadute, valanghe o altri incidenti. La tua solita assicurazione di viaggio probabilmente non ti coprirà ad alta quota e non coprirà l’evacuazione in elicottero. C’è una soluzione però.

Hai bisogno di una protezione extra?

La normale assicurazione di viaggio è ottima, ma non vi coprirà per i trekking ad alta quota o l’evacuazione in elicottero. Ogni anno compro un Abbonamento a Global Rescue.

Per meno di 500 dollari all’anno o 100 dollari per spedizione, potete comprare un Abbonamento a Global Rescue ed essere coperti, non importa quanto duramente si pedala o quanto in alto si sale.

ACQUA POTABILE NEL TREKKING DEL CAMPO BASE DEL MAKALU

Io uso il Depuratore d’acqua Grayl Ultra Light ed è un cambio di gioco per l’escursionismo in Nepal, rendendolo super facile ed economico. Il depuratore d’acqua ultraleggero Grayl rimuove il 99,9999% dei virus dai batteri patogeni. La cosa migliore è che ci vogliono solo 15 secondi e una spremuta per purificare l’acqua da qualsiasi fonte di acqua dolce. Non devi comprare acqua in bottiglia in ogni casa da tè, il che contribuisce a una grande quantità di rifiuti di plastica e ti costa più di 4 dollari al giorno.

Lungo il Makalu Base Camp Trek, abbiamo riempito case da tè, fiumi e rubinetti nei villaggi locali. A differenza delle compresse di purificazione dell’acqua che richiedono di aspettare 30 minuti prima di bere, si può reidratare immediatamente con il Depuratore d’acqua Grayl Ultra Light.

Depuratore d’acqua GrayL

  • Mai pagare l’acqua durante il trekking
  • Risparmia da 3 a 4 bottiglie d’acqua di plastica al giorno
  • Trasforma qualsiasi acqua in acqua potabile

TEMPO E STAGIONE MIGLIORI PER IL TREKKING DEL CAMPO BASE DI MAKALU

L’alta stagione per il Makalu Base Camp Trek è Da marzo ad aprile e Da ottobre a novembre. Il momento di evitare questo trekking è durante la stagione delle piogge da Giugno a agosto.

Durante l’inverno, da dicembre a febbraio, questa zona diventa molto fredda e ci sarà una coltre di neve nelle parti più alte del trekking. Molte pensioni chiudono per l’inverno e riaprono a fine febbraio-marzo. Tuttavia, è possibile fare il Makalu Base Camp trek ai margini della stagione a fine febbraio/inizio marzo e può essere molto bello con la copertura di neve.

Ho fatto il Makalu Base Camp Trek a fine aprile/inizio maggio e faceva caldo durante il giorno e abbastanza freddo di notte. Lo Shipton La aveva una buona copertura di neve, ma a parte questo i sentieri erano chiari. Non abbiamo avuto bisogno di ramponi.

LA MIA ESPERIENZA NEL TREKKING DEL CAMPO BASE DEL MAKALU

Primo giorno Il Makalu Base Camp Trek inizia scendendo immediatamente nella foresta pluviale. Una serie di tornanti in pietra ci porta attraverso villaggi tranquilli fino a quando incontriamo il fiume. Qui attraversiamo il ponte sospeso drappeggiato da bandiere di preghiera tibetane. Questa traversata segna la metà del primo giorno. Il sentiero sale ora, guadagnando 800 metri di altezza in pochi chilometri per raggiungere Seduwa.

Secondo giorno Il trek è molto più incerto anche se guadagna altri 650 m di dislivello. Attraverso la foresta continuiamo su sentieri di pietra splendidamente lavorati. Piccoli villaggi sono individuati lungo la strada. Questo è uno sguardo nella vita di montagna del Nepal. Risparmiata dal turismo eccessivo, questa regione ha conservato molto del suo fascino e della sua cultura tradizionale. La giornata finisce con centinaia di scale che ci portano a Tashigaon.

Terzo giorno del trekking è stato un giorno di riposo a Tashigaon dove abbiamo caricato la nostra attrezzatura, ci siamo lavati e vestiti, e abbiamo fatto qualche intensa partita a carte. La vista dal lodge di Tashigaon è incredibile, situato in cima al villaggio. Era una giornata di sole per prepararsi a una grande giornata di trekking davanti a noi.

Quarto giorno del Makalu Basecamp Trek è stato il più difficile. Siamo saliti di 1.350 metri in soli sette chilometri. Tutto il percorso era una scala dopo l’altra. Raramente abbiamo trovato un tratto di sentiero piatto. Nonostante la pendenza, il sentiero ha cominciato ad aprirsi con viste sulla montagna. Il rododendro (il fiore nazionale del Nepal) era in piena fioritura con fiori bianchi, rossi e rosa che circondavano il sentiero. È stata una giornata dura per le gambe, ma un bel rifugio con una grande sala da pranzo ha reso confortevole la fine della giornata.

Quinto giorno ci ha portato attraverso la neve. Il sentiero ha attraversato tre passi quando siamo entrati nelle montagne. Abbiamo attraversato creste di neve, laghi ghiacciati e ripide discese passando per Chungru La, Shipton La e Keke La. In una giornata limpida, il primo sguardo al Makalu è una sorpresa del primo mattino. Dormiamo stanotte a Dobate, più in basso della notte precedente dopo una ripida discesa dopo i passi.

Giorno 6 iniziò con una pista in discesa attraverso la foresta. I rododendri circondati brillavano nella luce del mattino mentre scendevamo verso il fiume Barun. Il sentiero era abbastanza innevato e a volte scivoloso nella ripida discesa. Una volta raggiunto il fiume, era una pendenza costante lungo le sue rapide impetuose. Senza ombra in mezzo al terreno secco e polveroso, questa è una parte calda ed esposta del trekking. Il sentiero cominciò ad aprirsi con magnifiche viste delle cime all’orizzonte. Il clou della giornata è stata la vista del Makalu quando abbiamo raggiunto Yangle Kharka.

Giorno 7 del Makalu Base Camp Trek, è iniziato mentre ci dirigevamo verso la collina Langmale Kharka. Era una giornata più breve con solo 8 km di distanza e 500 m da scalare. Il paesaggio diventa grandioso con scogliere torreggianti su tutti i lati. Una bella scala di pietra conduce gli escursionisti all’altopiano per passare la notte nel pittoresco lodge.

Giorno 8 è il giorno in cui raggiungiamo il Makalu Basecamp. Il sentiero si snoda lungo il fiume Barun, spesso con un sentiero roccioso da percorrere. Cime di 7000m dominano il sentiero mentre seguiamo il ghiacciaio fino alla nostra destinazione. Il Makalu Basecamp si trova proprio sotto la possente montagna Makalu. Un misto di alloggio e campeggio lo rende un luogo confortevole per acclimatarsi. A differenza di alcuni campi base, questo offre una magnifica vista del monte Makalu e spesso al mattino si ha una vista spettacolare della chiara cima (8.458m).

Giorno 9 viene trascorso al campo base del Makalu. Questo può essere un giorno di riposo o un giorno per fare escursioni sui sentieri vicini. Qui si può vedere l’Everest, il Lhotse e altre cime circostanti. La salita è lenta e ripida, ma presto l’Everest e il Lhotse appaiono alla fine del ghiacciaio. Tornati al campo base, i giochi di carte sono in pieno svolgimento ed è un’occasione per riposare le gambe prima di tornare indietro domani per il lungo viaggio di ritorno a Num.

Io ero in viaggio verso il Makalu, così abbiamo continuato a camminare fino al Campo Base Avanzato del Makalu (5.750m), ma per la maggior parte, questo è dove il viaggio finisce. In alternativa, si può continuare fino al Passo Sherpani e attraversare la regione del Khumbu. Si tratta di un trekking avanzato che raggiunge altezze di 6.000 metri e comporta abilità e attrezzature alpinistiche di base.

Spero che questa guida al Makalu Base Camp Trek vi sia piaciuta e che abbiate una grande spedizione in Nepal.

About the author