Vías Ferrata (II): Come salire in sicurezza e i posti migliori per farlo

Una volta che sappiamo quali sono le vie ferrate, abbiamo scelto l’itinerario giusto per le nostre capacità e conosciamo l’attrezzatura necessaria per salirle, dobbiamo conoscere le tecniche di base della progressione.

Non sono molto complessi, la curva di apprendimento è alta e non è un’attività troppo tecnica.

Nonostante questo, non dobbiamo dimenticare che comporta un certo rischio e che per un primo contatto è molto utile assumere i servizi di un guida alpinache, in pochissimo tempo, ci insegnerà tutto ciò di cui abbiamo bisogno per progredire in sicurezza.

Nei prossimi post spiegheremo le manovre di base da realizzare sulle Vias Ferratas.

Per il momento, vi consigliamo di non perdere gli opuscoli tecnici sulle tecniche di via ferrata di petzl.comil produttore di attrezzature per l’arrampicata per eccellenza.

Via Ferrata

Vías Ferrata (II): Come salire in sicurezza e i posti migliori per farlo
Vías Ferrata (II): Come salire in sicurezza e i posti migliori per farlo

CONSIGLI UTILI PER L’ARRAMPICATA SU VIA FERRATA

1. Una buona pianificazione è essenziale per scalare le Vias Ferratas

È vitale in qualsiasi attività di montagna, passare da meno a più. Pianificare il difficoltà, lunghezze, orari meteorologici ed eventi imprevisti.

2. Essere ben addestrato nelle tecniche di base utilizzate in Vias Ferratas.

Anche se la tecnica di assicurazione è abbastanza semplice, bisogna averla ben interiorizzata. Non fa male conoscere il manovre di base per l’abbandono della via, la discesa in corda doppia e il salvataggio.

Via Ferrata

3. Assumere una guida se non si è ben addestrati

Vi insegneranno tutto quello che dovete sapere e farete una grande esperienza.

4. Montaggio dei dissipatori

Durante l’attività, porta i dissipatori sul braccioI dissipatori sono trascinati lungo l’avambraccio, in modo che non sia difficile raggiungere il moschettone quando si vuole rilasciare.

5. Cadere NON è un’opzione

A differenza dell’arrampicata sportiva dove possiamo “cadere senza paura”, nel caso della via ferrata, anche se si è assicurati e il dissipatore assorbe l’energia, la caduta può essere molto pericolosasoprattutto se si scende direttamente dalle scale di ferro.

Vías Ferrata (II): Come salire in sicurezza e i posti migliori per farlo

6. Sempre: controllare due volte

Non solo controllare che il nostro materiale sia corretto, ma ricontrollare con i nostri colleghi.

Vías Ferrata (II): Come salire in sicurezza e i posti migliori per farlo

VIA FERRATA RACCOMANDATA

La HERMIDA, un paradiso del ferratero

Nel gola di La Hermida, in Cantabria ai piedi del P.N del Picos de Europa, ci sono 3 diverse Vías Ferratas, e un altro a Camaleño (30min in auto) e Vega de Liébana solo 40min in auto.

  • Ruta por los Puentes (K3-K4)), il più classico. È diviso in 3 parti, uno di loro è adatto ai bambini. Con Ponti tibetani molto interessante. Portare sacchetti di ancoraggio o dissipatori abbastanza lunghi per passare i ponti, dato che il cavo è un po’ alto. Altamente raccomandato. +INFO
  • Pozo del Milar (K3), Percorso breve con alcuni piccoli gradini strapiombanti, non dimenticare di prendere una carrucola per scendere il linea telefonica! Un’esperienza reale. +INFO
  • Peñarruscos (K6)una scalata psicologica e tecnica. Breve ma intenso. In una buona parte del percorso non ci sono falesie, dovremo superare passi di III-IV grado in libertà. Una bella esperienza. +INFO
  • Via Ferrata

    E molto vicino, 30-40′ in macchina…

  • Camaleño (K3-K5)breve ma impressionante e di grande qualità, totalmente raccomandabile con passi intensi. Una sezione opzionale di K5 di difficoltà. Attraverseremo un bellissimo ponte tibetano. +INFO
  • Socastillo (K3-K4)Un must, una passerella vertiginosa di 50 metri ci accoglierà. In seguito diventa una ferrata più tipica con molti passi belli e interessanti, dovremo salire un tratto senza morsetti come una Via Corda. +INFO
  • Una vera sfida, Cágate Lorito (K6)

    Situata nei pre-pirenei di Lleida, a Sant Llorenç de Montgai, Cágate Lorito è una via ferrata davvero originale, dura ed esigente. Ma soprattutto, MOLTO ORIGINALE. È più simile a un parco avventura verticale (impegnativo) che a una classica Via Ferrata.

    Vías Ferrata (II): Come salire in sicurezza e i posti migliori per farlo

    Una vera e propria sfida che vi farà sentire come se foste sul bordo di una scogliera, con graffe, strapiombi, scale davvero curiose, ponti tibetani, zip-line, pali da pompiere, pendoli… Una vera e propria sfida che metterà alla prova la nostra esperienza. +INFO

    Adatto ai principianti, Via Ferrata Boca del Infierno a Sacedón (K2)

    Adatto per iniziazione e per i bambini più intrepidiquesto bella via ferrata si trova nelle vicinanze del Serbatoio Entrepeñas, Sacedón, Guadalajara.

    Bisogna registrarsi in anticipo all’ufficio del turismo e pagare 3 euro sul sito del comune.

    Ponti tibetani, teleferiche (non dimenticate la carrucola) e divertenti scalinate vi faranno vivere una grande avventura! …. +INFO

    Vías Ferrata (II): Come salire in sicurezza e i posti migliori per farloFoto: deandar.com

    …e se avete intenzione di viaggiare nelle Dolomiti…

    Cortina d’Ampezzo è probabilmente la migliore base operativa per scoprire le vie ferrate delle Dolomiti. Dolomiti, Italia.

    Nella zona si può trovare un numero infinito di percorsi, da molto facile per i principianti e tutta la famiglia a estremamente difficile.

    Qui vi mostriamo alcune sfide divertenti per conoscere il Paradiso dolomitico.

    Via Ferrata

    Una notaLe Vias Ferratas nelle Dolomiti hanno poco a che fare con quello a cui siamo abituati, molto più lunghe e alpine, con molto meno materiale per la progressione (morsetti), ma in generale con un’attrezzatura impeccabile.

    ETTORE BOVERO AL COL ROSA (K4)

    Breve ma impegnativo, aereo e molto divertente per la varietà dei passi. Una via ferrata richiederà un sacco di affermazione in alcuni passi. La vista dalla cima è imbattibile. +INFO

    LUKA-INNERKOFLER sul Monte Paterno (K2)

    Quasi obbligatorio, molto affollato, più facile del precedente, ma totalmente consigliato. Il Luka-Innerkofler è il punto migliore per apprezzare le Tre Cime di Lavaredo. Un percorso attrezzato che passa attraverso una successione di gallerie molto curiose. Le viste sono imbattibili. +INFO

    Vías Ferrata (II): Come salire in sicurezza e i posti migliori per farlo

    GIUSEPPE OLIVIERI A PUNTA ANNA (K4)

    Una delle vie ferrate più interessanti delle Dolomiti. Esposta e aerea, la superba vista della Tofana di Rozes vi lascerà senza parole. Può essere combinato con altri percorsi vicini. +INFO

    VIA FERRATA IVANO DIBONA (K2)

    Senza dubbio uno dei più spettacolari e raccomandabile del massiccio. Un percorso che è stato utilizzato nella prima guerra mondiale ed è uno dei meglio conservati del massiccio. +INFO

    LIPELLA A LA TOFANA DI ROZES (K3)

    Da non perdereQuesta è una grande via ferrata. È lungo e impegnativo, ma con una difficoltà facile. DA NON PERDERE!+INFO

    Via Ferrata

    E ricordate… La vita è più bella dall’alto!

    Da Eneko Aurtenetxespecialista in sport di montagna e collaboratore di Forum Sport

    Altri post che potresti essere interessato a leggere sono:

    • VIE FERRATE (I): COSA SONO E QUALI MATERIALI SERVONO PER FARLE?
    • ANETO, IL RE DEI PIRENEI
    • ANBOTO, LA MONTAGNA ABITATA DALLA DEA DELLA MITOLOGIA BASCA
  • About the author